CREATIVITÁ e COMMITTENZA

storie-012-packaging-notevole-1-1

storia 012 dal mondo nuovo – del packaging notevole

I materiali del packaging sono infiniti, più delle vie del Signore. Sono giorni che giro come una trottola in cerca di un materiale inesistente. Cioè, lui esiste, ma se ne voglio una quantità decente, non da rivestirci il mondo, la devo pagare cinque volte tanto. A voler fare i furbi succede. Facile trovare le solite […]

Comments
storie-011-mondo-delle-meraviglie-1-1

storia 011 dal mondo nuovo – del mondo delle meraviglie

Entra con me nel mondo delle meraviglie e scegli. Portati via quello che ti pare. Ti piace quel logo ultra minimal però con quel segno sbilenco così straniante? Prendilo! Lo sistemiamo un po’? Adesso è ok! È tuo se ti piace. Pensavi alle foto della brochure street style? In bianco e nero contrastato e saturo […]

Comments
storie-010_CLICK_1-1

storia 010 dal mondo nuovo – click! cambia tutto

Click! Cambia tutto. Niente a che fare col cliccare, fotografare, battere sulla tastiera, cambiare pagina sul web… quel click lì, quello che cambia tutto, avviene nella nostra testa e il più delle volte non sappiamo perché. Cose banali e di nessuna importanza. Fino a due minuti fa non sopportavo le texture floreali e adesso le […]

Comments
storie-009-del-nome-delle-cose-1-1

storia 009 dal mondo nuovo – del nome delle cose

Il nome delle cose cambia le cose. Dare il nome ad un oggetto, a un’azienda… è come farli nascere davvero solo allora.

Comments
storie-008-delle-diciassette-regole-fondamentali-1-1

storia 008 dal mondo nuovo – delle 17 regole fondamentali

…la mascherina nera fa design, mi piace. Dovessi fissare la prima regola delle solite diciassette regole fondamentali per creare oggetti fantastici sarebbe – deve essere nero – la seconda potrebbe essere – dagli una superficie lucida – la terza – fallo morbido – e qui comincio a pensare che non arriverò mai a definire 17 regole […]

Comments
storie-007-dal-mondo-nuovo_della-bellezza_1-1

storia 007 dal mondo nuovo – della bellezza

“…la bellezza è un diritto! Porca Eva! La bellezza è un diritto!” Cosí Stefano Massini concludeva il suo intervento settimanale in tv a Piazza Pulita ieri sera. Grande Stefano Massini come sempre. Giusto! Salviamo la bellezza, il teatro, la musica, l’architettura, la scultura, la moda, il design, la scrittura, la poesia… Più di un diritto, […]

Comments
storie-006-dal-mondo-nuovo_b

storia 006 dal mondo nuovo – il logo perduto

Non c’è nessuno in giro e mi fanno compagnia solo le storie di morti ammazzati che mi raccontano le cuffiette. Ascoltare thriller aiuta ad allungare il passo quando, correndo di sera, ci si infila nel boschetto sul bordo di un campo o quando vicino al mio torrente di notte si incrociano solo quelli come me. […]

Comments
storie-005-dal-mondo-nuovo_1-1

storia 005 dal mondo nuovo

È il momento di farsi venire qualche buona idea, meglio se nuova. Ma sarebbe fantastico anche copiarne bene qualcuna che già funziona. Chi più chi meno la stiamo cercando tutti. L’idea, quella cosa intorno a cui si costruiscono le aziende, i brand, soprattutto i brand. Proviamo allora a fare un po’ di concepting, a inventarci […]

Comments
storie-004-dal-mondo-nuovo_1-1

storia 004 dal mondo nuovo

Fuori c’è già una Primavera sfolgorante. Ci hanno tolto il limite dei famosi 200 mt chiedendoci in alternativa di non allontanarci troppo da casa. Gli ultramaratoneti vivranno la cosa a modo loro. Io ho risolto, visto che al momento non riesco a correre con la mascherina continuerò a fare il circuito casalingo. Grande rettilineo tavolo […]

Comments
storie-003-dal-mondo-nuovo_b

storia 003 dal mondo nuovo

Finisco adesso di immaginare come andrà a finire questa storia. Suona il telefono, tiro un sospiro. Là fuori c’è ancora qualcosa. È normale lavorare appesi al telefono. In questo momento il nostro smartphone sta diventando molto più di uno strumento di lavoro, più del giocattolo tecnologico che ci permette di comunicare, informarci, divertirci, condividere, imparare, […]

Comments
storie-002-dal-mondo-nuovo_1-1

storia 002 dal mondo nuovo

La notte tra domenica e lunedì è nevicato sulle colline intorno a casa. La spolverata bianca è arrivata fin quasi in pianura innevando Marana, la mia montagna. Mi è presa la fregola di comprarmi i ramponcini, quelli da mettere alle scarpe da trail. Forse quest’autunno o la primavera prossima verranno buoni. Passo questi giorni di clausura […]

Comments
storie-001-dal-mondo-nuovo

storia 001 dal mondo nuovo

Rocconto storie, scrivo, pubblico sui social dei clienti cercando di evitare le banalità e le cretinerie che la situazione troppo spesso ispira. Guardo avanti con determinazione e tutta la leggerezza che posso. È un periodo di merda per tutti. Lo so, sento i racconti dal fronte della mia compagna e degli amici che stanno in […]

Comments
IDENTITA-OLFATTIVE

IDENTITÁ OLFATTIVA

Chi ha una identità olfattiva? Il profumo giusto aiuta a vendere? Pecunia non olet? È proprio vero che il denaro è inodore? Sembrerebbe di no. Forse a prima vista, a prima sniffata…  Ma allora perché i grandi marchi pagano fior di quattrini nasi celebri per mettere a punto la propria fragranza. Quel tipo di profumo che […]

Comments
percorsi-creativi_2

PERCORSI CREATIVI

Capita di restare senza ispirazione,  di perdersi, di non saper iniziare o non trovare la fine, prima di metter mano alle carte di Brian Eno e Peter Schmidt, ecco delle brevi indicazioni ispiranti… Colore Scegli quello più forte – rosso, nero, bianco… Magenta Forma Quella più semplice – cerchio, quadrato, triangolo… Linea sottile Materiale Quello […]

Comments
STILL-LIFE__1000

STILL-LIFE, FOTOGRAFARE GLI OGGETTI

Quando scattiamo still-life e scegliamo il pezzo che rappresenti meglio il nostro brand in una campagna di comunicazione, ci siamo mai posti le domande: – Gli oggetti sono tutti fotogenici allo stesso modo? – – Qual’è il nostro oggetto, o la tipologia di oggetti che funziona meglio davanti alla macchina fotografica? – Una persona può sembrarci […]

Comments
STUPIRE-stupire

STUPIRE… SENZA CONIGLI

Oggi voglio spiegarvi come costruire una bomba con le poche cose che tutti abbiamo in casa… Pensate sia impazzito? No! Volevo solo stupirvi “Al mio amico Adolfo, capitava molto spesso di venire a un appuntamento, non so, con una ruota di Volkswagen sotto il braccio.  Era un ragazzo strano che amava molto stupire. Alle donne […]

Comments
LA-FORMA-PERFETTA

LA FORMA PERFETTA

La forma perfetta è invisibile finchè non cambi occhiali. Capita che mi stia davanti agli occhi per mesi e non riesca a vederla. Come un uovo, bella e semplice come una palla. Non devo fare niente, solo prenderla e chiamarla con un altro nome. Come fece Duchamp con il famoso orinatoio. Di colpo due immagini […]

Comments
LUCE-ASSASSINA-2

LUCE ASSASSINA, L’IMPARI LOTTA DEI LUMEN

Non c’è luce che tenga senza un po’ di buio. Riflessione tornata su come un boccone mal digerito due giorni fa durante la solita visita di gennaio a VicenzaOro. Stessa atmosfera degli ultimi trent’anni. Lusso vero, lusso finto, paccottiglia… Stand buoni per mostrare i muscoli, spazi per lavorare, luci perfette da diamanti, flash da criminali, […]

Comments
Scegliere-i-dettagli_

SCEGLIERE I DETTAGLI CHE CONTANO

Gestire l’immagine della nostra azienda, della nostra attività commerciale o del nostro ente significa scegliere cosa preferiamo per noi, qual’è il nostro pubblico, dove vogliamo andare. Ad ogni bivio del sentiero dobbiamo decidere il lato giusto dove andare. È chiaro che non è un’autostrada con le indicazioni grandi e fluorescenti. Sbagliare è un attimo. Bisogna […]

Comments
AUGURI_

AUGURI, di chiacchiere, libri, corse e risate… 

AUGURI! A me, a quelli che mi conoscono solo per questa newsletter, a chi ho incontrato in azienda e tra gli stand delle fiere e a quelli che mi conoscono bene per i tanti lavori fatti insieme. Auguri di camminate, chiacchiere, libri, corse e risate, giochi e lavori che valgano la pena non solo per il guadagno […]

Comments
creativita

 

Spesso chi cerca creatività non sa bene cosa cerca, non ha un’idea chiara di cosa sia la creatività e a cosa serva.

Capita che il committente scarichi tutta la responsabilità del fallimento sui creativi di turno, rei di non aver capito e di non essersi fatti capire.
Il recente exploit della ministra Lorenzin per il Fertility Day ne è un esempio lampante.
Dopo una campagna di comunicazione indegna, di fronte alle generali rimostranze, la Lorenzin prima licenzia il direttore della comunicazione del Ministero e poi, intervistata in TV butta lì la richiesta ai creativi che la criticano – se son così bravi –  di farsi avanti a far proposte…
Gratis! Ovviamente.

Tante volte il lavoro creativo viene visto come un’attività per fuoriditesta, o quando va bene per farfalloni provocatori che spesso amano vestirsi da cretini e passare il tempo divertendosi a spararle grosse. Gente che vive d’aria e si diverte così tanto che sembra davvero troppo doverla anche pagare!Invece dovrebbe essere chiaro che la creatività è un lavoro, non c’entrano genialate un tanto al chilo o invenzioni strane. La creativitá è fatta da vocazione, talento, professionalità, ricerca, studio, sperimentazione ed è una cosa utile, che serve…
Sì, serve! Non esiste la creatività inutile.
Serve per creare bellezza e non c’è cosa più utile della bellezza. Non tanto per dire. La bellezza, le cose belle, una comunicazione “bella”, sono tutte cose che fanno vendere… oltre che a rendere piacevole la vita.
Serve per fare innovazione, quella cosa che ci fa andare avanti e ci fa emozionare. Siamo tutti attratti dal nuovo.
Serve per comunicare in modo efficace e tutti sappiamo quanto sia importante far arrivare il messaggio giusto al nostro pubblico.

La creatività è un lavoro serio che va pagato, per quanto sia cara costerà sempre meno degli spazi e dei tempi necessari per produrla e trasmetterla: costi di produzione, di commercializzazione, di stampa, pagine di giornali, spazi televisivi… Il successo o il fallimento di un prodotto o di una campagna di comunicazione lo fa prima di tutto la creatività.

Il committente, gli imprenditori o gli amministratori pubblici che cercano e chiedono creatività devono essere all’altezza di quello che vogliono. È il committente che deve definire gli obiettivi e scegliere i creativi con cui lavorare. È Lui che alla fine riconosce la qualità del progetto creativo, dà l’OK e lo mette in produzione.
La responsabilità di un bel progetto di design o di una buona comunicazione è sempre divisibile a metà tra il committente e i creativi che a scelto.

Mi piace lavorare quando c’è affinità, quando è facile capirsi, quando è ben chiaro a tutti dove si vuole arrivare, quando si ha l’umiltà di condividere la strada e la capacità di percorrerla insieme.