Le due anime della creatività

10-TRATTI-DELLA-CREATIVITA'_634

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Avete una personalità creativa?
Annamaria  Testa ci scrive su Nuovo e Utile citando studi interessanti che mettono in fila  le caratteristiche  che distinguono quelli più creativi da quelli meno.
Prendiamo le 10 doti/difetti che individuano i creativi secondo uno di questi studi. (quello di Fast Company  che  utilizza le ricerche di Mihaly Csikszentmihalyi – si pronuncia più o meno Cisemihàli) e guardiamoli assieme:

1) Grande energia fisica ma propensione alla quiete e al riposo.

2) Acutezza e candore.

3) Giocosità e disciplina, responsabilità e irresponsabilità.

4) Immaginazione e fantasia alternate a un radicato senso della realtà.

5) Estroversione e introversione, simultaneamente

6) Compresenza di umiltà e orgoglio

7) Tendenza a uscire dagli stereotipi di genere (uomini più femminili,  donne più maschili)

8) Conservazione (nel senso del radicamento in una cultura) e ribellione.

9) passione e contemporanea obiettività sul proprio lavoro

10) Apertura e sensibilità, che generano molta pena e molta gioia.

Ecco! La cosa  fondamentale, si direbbe, è che per essere creativi davvero si dovrebbe essere angeli e demoni contemporaneamente.
Mi piace molto questa cosa.
E’ bello sapere che qualcuno dopo studi approfonditi su campioni significativi sia giunto alla conclusione che le persone più creative soffrono e gioiscono di più perché sono più sensibili.
Le persone più creative sono mosse dalla passione e nonostante ciò cercano di essere obiettive per dare giudizi severi innanzitutto sul proprio lavoro.
E’ gente che ama  il proprio paese, le tradizioni, i propri spazi, la propria cultura ma che vorrebbe trasformarli continuamente e non ha paura di innovare.
Sono uomini che accarezzano la propria  femminilità e donne capaci di affermare la propria mascolinità.
Sono orgogliosi del proprio lavoro, delle proprie creazioni, persone che guardano con umiltà a quanta strada c’è ancora da fare a che poca cosa sia in fondo quello che hanno fatto rispetto ai maestri, rispetto a quello che si può ancora fare.
Sono introversi e riflessivi, per lo più timidi, gente che esplode nel creare e nel comunicare.
Sono quelli che sanno  trovare le soluzioni più fantasiose e le sanno applicare alla realtà, quelli che usano l’immaginazione per trasformare le cose concretamente.
E’ bello pensare che l’energia della creatività possa essere un quieto fluire tra gioco e rigore, un triplo salto mortale tra l’acutezza del ragionamento e il candore della sorpresa:

Ho l’impressione che tutti abbiamo questo mix esplosivo dentro.
Chi si è abituato a convivere con le sue due anime, con le proprie contraddizioni, con la possibilità di essere ora molto felice e poi molto triste. Gli altri che hanno cancellato  il lato più debole della propria personalità e hanno gonfiato quello più forte così da essere più sicuri e più tranquilli.
Sarebbe bellissimo saper apprezzare i lati positivi di ciascuno, fantasia e concretezza, capacità di immaginare e di creare senza giocare inutilmente a chi è più bravo.

GUARDA
IL MIO PORTFOLIO
e CONTATTAMI

335 496048
hello@paolomarangon.com