Articoli

giochi-serissimi

GIOCHI SERISSIMI, PER ESSERE VERI COME NELLE FIABE

giochi-serissimiL’altro giorno c’è stata l’incredibile performance ideata da Bansky, il famoso writer inglese, che ha fatto a tagliatelle in diretta TV la “ragazza con palloncino” appena battuta da Sotheby’s per un milione di sterline. Una provocazione, una performance, l’invenzione di una storia su di un “prodotto” già famoso e già ricco di storie. Lo sberleffo di un genio al mercato dell’arte, un mercato che a sua volta si riapproprierà dello scherzo e ne farà ancora business.
Raccontare le nostre imprese è ancora più importante.

Da piccoli giocavamo alla guerra, a mamma e papá, al mercato…  e giocavamo raccontandoci e rappresentando mille storie. Ci allenavamo ai ruoli che avremmo interpretato da adulti.
Oggi, giochiamo ancora… per promuovere il nostro lavoro, per capirne meglio i meccanismi, per riprodurne le criticitá, per coinvolgere il nostro pubblico, affascinarlo, farlo discutere, coinvolgerlo…  per stringere relazioni emozionali.
Inventiamo mille cose per  dare visibilità  al nostro mondo.
Ci sono pasticceri che invogliano a creare e raccontare dolci, gioiellieri che organizzano gran concorsi di design e scrittura lussuosa, mobilieri che fanno parlare i sofá in sexi storytelling e propongono divani componibili come giochi di costruzioni. Bijoux con incisioni letterarie, scritte smaltate di frasi famose o poche parole emozionate graffite dal moroso. Arredi, abiti, gioielli, componibili e scomponibili in una varietá di giochi da far rivivere sul proprio blog, raccontare su facebook e rilanciare su Twitter. Vini prestigiosi raccontati al lume di candela mentre colori e profumi si stemperano nelle storie delle famiglie, dei luoghi, della terra e delle mani che li hanno creati.
Storie che attraversano gli oceani e lasciano sedimentare i sentimenti. Storie che trasformano clienti in amici, confidenti, compagni di strada e di giochi.
Giochi serissimi.
Quante aziende di attrezzature sportive sostengono la partecipazione di migliaia di atleti dilettanti in avventure incredibili, da raccontare in mille storie in cui i loro prodotti si mescolano e si misurano con la durezza della natura e la resilienza umana vista come un’allegra follia.
Organizziamo giochi e avventure.
Avviciniamo il nostro pubblico. Raccontiamogli con parole e immagini le imprese grandi e piccole che affrontiamo ogni giorno.
Creiamo prodotti carichi di suggestioni, de-scriviamoli come nelle fiabe perché mostrino quanto sono veri.

aquiloni

Aquiloni, giocare con la creatività

Fa caldo! Meglio continuare a pensare ai giochi dell’estate, ai divertimenti creativi, ai sogni…
Far volare l’aquilone è una magia che affascina a tutte le età. Da adulti ci si diverte molto più che da bambini o almeno lo si può fare con molta più libertà. Senza avere un papà o una mamma a fianco che imperturbabili tengono ben saldo il filo spiegandoti come si fa a farlo volare più in alto, come si evitano gli alberi e i pericolosissimi fili della corrente, come si svolge e si riavvolge il filo… insomma una palla che quando si è adulti si infligge ai propri figli dimentichi di che rottura fosse. A parte ciò, magari dotati ciascuno di una splendida, coloratissima aquila volante, si può far a gara a chi supera i 100… o addirittura i 500 metri di altezza covando l’ambizione di battere inarrivabili record posti ben oltre la lunghezza del nostro filo. Ancora più divertente, anche se più impegnativo spingersi ad affrontare le peripezie di un delta acrobatico che come una scheggia sfiora le teste del pubblico ignaro del pericolo che corre. Una volta la mamma ce lo costruiva a forma di losanga con due bastoncini in croce e un po’ di carta velina appiccicata con la colla fatta in casa. Oggi senza spendere un capitale si possono trovare materiali incredibili per leggerezza e robustezza con cui costruire aquiloni di ogni forma capaci di volare addirittura senza vento permettendoci di dare sfogo a tutta la nostra creatività e magari anche a quella dei nostri figli!

www.alivola.it