fbpx

Il logo, dettagli da pittogramma

Pensi al tuo nuovo logo?
Vuoi aggiornare il logo che hai già?
Ti serve un restyling?

Solo qualche considerazione.

Intorno al logo ruota tutta la comunicazione del tuo brand.
Cambia una virgola e cambia tutto.

Il tuo marchio dovrebbe essere composto da:
Logotipo
 – La grafica con cui è scritto il nome della tua attività.
Pittogramma – il segno grafico che ti identifica
Pay-off – una breve frase, una parola che ti rappresenta.
Meglio averceli tutti e tre questi elementi, poi li si usa quando servono.
Il manuale d’uso del tuo marchio dovrebbe proprio dirti quando e come usarli al meglio.

Veniamo al punto.


Il tuo Pittogramma, il segno che magari fra qualche anno diventerà così noto a tutti, o così noto nel tuo settore, o nel tuo territorio che ti basterà quello, senza logotipo, senza payoff, senza niente.
Immagina la tua forma, quella che ti rappresenta meglio

Pensa che quella cosa che ti piacerebbe usare come pittogramma al 99% è già il simbolo di un’altra azienda.

Cani, gatti, serpenti, sfere, triangoli, spirali, matite, libri, frecce, forchette, cappelli…
Già fatto tutto. Quindi non sarà il cosa ma sarà il come quello che conta.

Hai deciso che il tuo pittogramma sarà una freccia.
Bella scelta… ti dirà il tuo amico che ride delle tue angosce.
Ci saranno solo un milione di aziende con una freccia nel marchio.
Tieni duro. Una freccia può avere una quantità infinita di forme, di colori e comunicare tante emozioni diverse.

Hai scelto invece un quadrato.

Stessa battuta del tuo amico simpatico
Il quadrato dice stabilità, sicurezza, pesantezza, solidità, concretezza… 
Ma anche  tante altre cose.
Basterà una rotazione per trasformare la sua fiera stabilità nell’immagine dell’accelerazione e del pericolo. L’abbinamento a colori chiari comunicherà spiritualità e fantasia. Arrotondando gli angoli sembrerà un goloso tiramisù, morbido, comodo.

Ogni forma può assumere significati diversi, esprimerli in forme decise o solo accennate, trasgredire o affermare.
Pensiamo a quante forme ci sono e quante ne possiamo inventare.
Troviamo il segno giusto per noi e poi facciamoci intorno un progetto di comunicazione globale per vedere se funziona.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *