Articoli

10-font-irrinunciabili

10 FONT IRRINUNCIABILI

10-font-irrinunciabiliScrivere un testo qualsiasi e pensare di mostrarlo, in una pubblicazione digitale o cartacea non fa differenza, vuol dire pensare ad un carattere tipografico, ad un font che lo renda leggibile, gli dia letteralmente “carattere”. Un font che interpreti al meglio il messaggio contenuto nel testo.

Senza tanti preamboli vi mostro 10 font che mi piacciono, che per un motivo o per l’altro vale la pena usare.
Alla fine… sorpresa!

 


Irrinunciabile! Quello che risolve sempre tutto e non stanca mai. Dal bold all’ultralight per dare chiarezza, forza, eleganza e…


Ha fatto la storia della tipografia. Prendete un libro qualsiasi, novanta su cento è scritto in Garamond.


Modernissimo da sempre, ha una precisione geometrica che lo colloca tra i caratteri senza tempo.


Lo dice il suo nome, è il font perfetto per comporre i titoli, per alzare la voce… senza perdere il controllo!


Elegante, con una vena retrò, sfoggia le sue grazie appena accennate sugli schermi cinematografici di tutto il mondo dando forma ai titoli di tutti i film di Woody Allen. E se l’ha scelto lui…


Altro carattere che ha fatto la storia della tipografia, con quell’alternarsi di tratti sottili e segni più marcati non è il massimo della leggibilità ma come un profumo di classe si riconosce subito.


Un font che mi ricorda la vecchia macchina da scrivere di mio padre. I tasti rotondi, neri, lucidi con le lettere in bianco, il rumore secco di una fucilata ad ogni battuta, la carta quasi bucata dai martelletti trattiene quel poco di inchiostro che arriva dai caratteri metallici consumati…


Ha un grande successo sul web, soprattutto sui social.  Dal sapore vagamente Hipster, mi piace nella sua versione light. Esistono solo i caratteri maiuscoli.


Il font della mia giovinezza! Adesso lo guardo con qualche perplessità e con indulgente malinconia. Ricorda i trasferibili della Letraset o quelli più economici della R41. Quando comporre un volantino decente era un lavoraccio! Trasferibili??? Beati voi se non sapete cosa sono!


Uno dei migliori font “script”. Attenzione: da usare esclusivamente nella versione minuscola. Come tutti i font decorativi e simili  meglio usarli con attenzione e parsimonia.

La sorpresa?
Facciamoci un font tutto nostro? Con la nostra scrittura, così da scrivere al computer esattamente come quando scriviamo a mano con la vecchia stilografica del nonno?
Presto fatto! Andiamo al link qui sotto, seguiamo le semplici istruzioni e in un amen avremo installato il nostro personalissimo font.

www.yourfonts.com

helvetica-neue-296

Helvetica Neue, il nuovo font di iphone

helvetica_neue_il_font_di_iphone_634
Chi non ama gli Helvetica Neue, il nuovo font di iphone?!
Helvetica Neue è la scelta più sbagliata possibile per un carattere destinato agli schermi di uno smartphone. Troppo esile! Difficile da leggere! E allora? Alla Apple sono ammattiti? Sono davvero felice che il responsabile del design Apple, Sir Jonathan Paul “Jony” Ive… un mago del design moderno, abbia deciso che il “carattere” per una volta fosse più importante della mera usabilità! Pazienza se qualche volta non si vede un fico secco!
Un po’ di storia tanto per intenderci che non parliamo di fuffa!
Il carattere della nuova grafica dell’ios7, l’Helvetica Neue, nasce dalla grande famiglia dei font Helvetica creati nel 1957 da Max Miedinger per le fonderie Haas.
Caratteri resi famosi da Massimo Vignelli nell’89 per la segnaletica di New York e qualche anno prima nel 1984 per essere stati introdotti tra i font di sistema del Machintosh.
Se i caratteri tipografici sono il cuore della grafica, gli Helvetica sono la grafica.
Eleganti, perfetti in tutte le versioni dalle light alle bold.
A me ricordano i tempi dei Letraset, i trasferibili da comporre a mano sui fogli di lucido! Nostalgia canaglia… dei Letraset riparleremo.
Troppo sottili i caratteri usati per gli schermi di iphone?! Forse, tant’è che si è già corsi ai ripari con una versione meno light. Nulla toglie alla bellezza del caratterere anche se la luminosità dello schermo certo “brucia” e rende più difficile la lettura dei caratteri troppo sottili.
Troppo sottili?! Ecchissenefrega! Gli Helvetica Neue Sono bellissimi!