storie-016_dei_progetti_di_Identità__1-1

storia 016 dal mondo nuovo – dei progetti di Identità 

Stiamo tutti progettando il nuovo anno, un catalogo, una collezione, un prodotto, una nuova immagine… Stiamo cercando un’idea, un colore, una forma. Proviamo a ridefinire un’identità che non ci è più così chiara, forse inseguiamo un sogno e stiamo lavorando per renderlo vivo. Cerchiamo materiali dalle superfici più naturali o più lucide, luci diverse, una grafica mai vista, parole che ci sembrino vere, mercati e clienti più attenti, strumenti di vendita più efficaci, nuovi packaging, espositori attraenti… Immaginiamo un sacco di cose, facciamo mille progetti e ci spostiamo verso territori sempre più sconosciuti. Ci servono guide, persone con cui confrontarci. Gente matta che ponga domande mai fatte, che dia risposte inattese, a cui chiedere indicazioni sulla strada senza aspettarsi mappe ma sorrisi, idee, mani, silenzi…
Ci guardiamo allo specchio del web e non ci riconosciamo, siamo tutti uguali. Certe volte viene voglia di fare sbagli clamorosi da ritrovarsi in posti sconosciuti, in video girati su un altro pianeta, con la faccia rigata da una linea rossa.
Voglia di un altro Logo
di un suono
e di un colore solo nostri
di un oggetto che ci rappresenti
di una forma riconoscibile
e di un po’ di “etichetta”
di storie da raccontare
e roba da leggere
di un video lungo 10 secondi
di packaging trasparenti
ed espositori di pezza
di spazi vuoti 
di muri bianchi e pavimenti di legno chiaro
di cambiare strada e
di emozionare
di un font magico
di uno stile semplice
di eleganza e calore
voglia di giocare seriamente
e di non misurare tutto prima per poi stare fermi
voglia di regole e di leggerezza…
Per avere un’identità riconoscibile non serve la rivoluzione. Basta fermarsi, togliersi i trucchi, mettersi quello che ci piace, dire quello che pensiamo…
I sogni non esistono, trasformiamo le idee in progetti.