Oggetti fotogenici

oggetti-fotogenici_634

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ci sono oggetti fotogenici?
Una persona può sembrarci bella o brutta, addirittura spesso abbiamo la presunzione di definirla bella o brutta e stop!
Cercando un modello o una modella per le nostre foto scegliamo tutti più o meno gli stessi tipi.
E per gli oggetti?
Le aziende e i commercianti che devono fotografare i prodotti per le pagine dei loro cataloghi hanno idea di quali siano quelli più fotogenici?
Non é che ogni oggetto venga bene allo stesso modo.
Per ogni categoria commerciale ci sono prodotti che fanno sempre la loro porca figura e altri che per quanto ci si impegni non mostrano mai il loro lato migliore.
Un po’ di esempi per capirci.

Arredamento.
Una sedia, una poltroncina, uno sgabello verranno sempre benone, un armadio a sei ante al confronto non dará mai le stesse soddisfazioni fotografiche.
Gioielleria.
Sará più facile fotografare un anello, per brutto che sia, che un qualsiasi splendido paio di orecchini per non parlare di qualche collanina anche se tempestata di diamanti.
Abbigliamento.
Con le scarpe andiamo sul sicuro… A dover fotografare solo pantaloni c’é da restare in braghe di tela!
Cartoleria.
Una penna per banale che sia avrà sempre modo di stupirci… un quaderno con i suoi fogli bianchi… decisamente meno.
Attrezzatura per la cucina.
Posate, mestoli e coltellacci saranno personaggi intriganti per le foto dei nostri cataloghi. Anche i bicchieri hanno un’anima glamour!  Pentoloni e taglieri invece ci daranno da pensare.
Profumeria.
Boccette e boccettine, pennellini, rossetti, cremine dalle confezioni intriganti… Ecco un settore dove sembra tutto facile…
Attrezzature sportive.
Palle, manubri e racchette da tennis avranno gioco facile a stracciare attrezzature più ingombranti e meno fotogeniche come tapis–roulant e cyclette.
Elettronica di consumo.
Telefonini, televisori e tablet sono sempre più rettangoli nero/grigi sottili che da spenti dicono poco… volete mettere l’incontro vis a vis della vostra macchina fotografica con… un’altra macchina fotografica!
Elettrodomestici.
Frigoriferi, lavatrici, forni e lavastoviglie sono per lo più cuboni bianchi. Meglio la forza plastica di un aspirapolvere, di un phon o di un ventilatore!

Ecco! Mi sono dilungato anche troppo a dividere i prodotti in oggetti fotogenici e no.
Ma cosa rende gli oggetti fotogenici?
Vediamo.
Le dimensioni e la compattezza.
Un oggetto piccolo e compatto permette d’essere fotografato da diversi punti di vista rimandando in genere immagini interessanti.
Una certa semplicità.
Un oggetto semplice (ma non troppo) con contenuti estetici immediatamente percepibili consentirà al fotografo di far leva su questi evidenziandoli.
Materiali omogenei.
Le superfici omogenee mettono in risalto le forme ed aiutano la luce a disegnarne l’immagine.

Alla fine una riflessione semplice.
Se per il nostro catalogo non saremo obbligati a descrivere ogni singolo pezzo in modo troppo didascalico allora potremo giocare con i dettagli più interessanti, magari ingrandendoli a dismisura o inventando prospettive inusuali.
A queste foto di grande impatto emozionale accosteremo le immagini descrittive.
Certo poi un catalogo è fatto di tanto altro… grafica, testi, carta, idee…
Soprattutto idee! Come ogni cosa del resto.
 
Quali sono gli oggetti più fotogenici che ti vengono in mente?

 

Nell’immagine – pendenti in sasso di fiume oro giallo e diamanti
paolo marangon design